CONSULENZA

Consulenza per sterilità di coppia

Può capitare che una coppia non riesca ad avere figli, senza che questa condizione sia dovuta a un problema di sterilità di uno dei due partner. Le motivazioni possono essere diverse: nel 15-20% dei casi la sterilità di coppia è addirittura inspiegabile (viene detta appunto idiopatica), ma di norma si consiglia a una coppia di sottoporsi ad accertamenti quando, dopo due anni di rapporti mirati, il concepimento non è ancora avvenuto. L’équipe dei centri 9.baby è a vostra disposizione per una consulenza: un medico valuterà la vostra storia clinica e vi prospetterà il trattamento più idoneo.
Richiedendo una consulenza per la sterilità di coppia, vi verrà fissato un appuntamento con un medico specializzato dell’équipe 9.baby, che valuterà prima di tutto la vostra storia clinica, evidenziando eventuali infezioni uro-genitali, malattie e interventi chirurgici che possono aver influenzato negativamente la capacità riproduttiva. Per formulare una diagnosi completa potranno inoltre essere richieste alcune analisi, come l’accertamento di idoneità al trattamento anestesiologico, oltre agli esami preconcezionali necessari ad evidenziare eventuali patologie, rischiose per il decorso della gravidanza e il nascituro.
Una volta chiarito il quadro medico sarà più facile orientarsi verso il trattamento migliore: i nostri specialisti vi illustreranno procedure e percentuali di successo, i costi e gli eventuali rischi.

Tipologie di sterilità

Quando la sterilità è idiopatica, ovvero senza motivazione apparente, normalmente si consiglia alla coppia di aspettare, se i due partner sono ancora giovani; in caso contrario, il problema viene superato con trattamenti di fecondazione assistita o inducendo l’ovulazione tramite stimolazione ormonale farmacologica.
Esistono anche altri tipi di sterilità, superabili con terapie farmacologiche o con la fecondazione assistita. La sterilità immunologica è causata da impedimenti concreti ma risolvibili, come una scarsa motilità degli spermatozoi, o la presenza nel sangue di anticorpi che li immobilizzano, impedendone la risalita nel canale cervicale.
La sterilità cervicale è dovuta a un’incompatibilità tra partner, un ostacolo che viene di norma superato con un trattamento IUI.
La fecondazione assistita è la soluzione consigliata anche qualora, dopo una gravidanza o un aborto, insorga una sterilità detta secondaria, dovuta cioè a causa meccaniche.